Al ristorante. (Se un giorno trovate in giro me e Robezio che discutiamo, scappate il più lontano possibile!) (Lo dico per il vostro bene, eh!)

roma olimpo pieno
Robezio: «Ehi… la vedi quella tipa laggiù?»
Tizio: «Mmm.»
Robezio: «Ho sentito da questi del tavolo qui accanto che è una famosa… Paola Peroni, nota dj negli anni ’90.»
Cameriere: «Signori, cosa vi porto da bere?»
Tizio: «Ahpperò… Una dj a tutta birra!”
Robezio: «Eh?! In che senso?»
Cameriere: «Solo birra? Per tutti?»
Tizio: «Noo, dicevo a lui!»
Robezio: «A me?»
Tizio: «Sì, a te! Era lì bell’e pronta su un piatto d’argento… Peroni, birra…»
Cameriere: « Dunque birra Peroni per tutti?»
Tizio: «Nooo, non intendevo quello!»
Robezio: «Non mi pare che qui usino piatti d’argento.»
Tizio: «Infatti non intendevo quello!»
Cameriere: «Ok, le bevande le facciamo dopo. Cosa avete scelto dal menu?»
Tizio: «Una battuta! La mia era una battuta.»
Robezio: «Aah, una battuta servita su un piatto d’argento!”
Tizio: «Eh, quello!»
Cameriere: «Mi spiace, signore, oggi la battuta non è in menu.»
Robezio: «Noo, l’ha fatta lui!»
Cameriere: «Il signore è un cuoco?»
Tizio: «No! Battuta nel senso di Peroni, birra, dj… dj a tutta birra! Era servita su un piatto d’argento, appunto.»
Cameriere: «Peroni.»
Tizio: «Esatto!»
Cameriere: «Ok, dunque da bere birra Peroni per tutti. Vedo di trovarvi un vassoio d’argento, se così gradite.»
Robezio: «Ah, allora è vero che servono le cose su piatti d’argento!»
Cameriere: «No, in verità no, ma se lo chiedete espressamente…»
Tizio: «Ma noi non stiamo chiedendo assolutamente nulla
Cameriere: «Allora, signori, sono costretto a chiedervi di liberare il tavolo per altri clienti che invece intendono consumare. Grazie.»
Robezio: «Ecco, hai visto? Tu e le tue battute!»
Tizio: «Ma che vuoi da me?! Eccheccavolo! Eppoi io le battute le so fare!»
Robezio: «Beh, allora andiamo a mangiare a casa tua, così me la fai provare.»
Tizio: «Noo, non quelle batt… Umpff, m’è passata la fame!»
Robezio: «Beviamo almeno qualcosa, visto che siamo in giro… non so… una birra!»
Tizio: «Ok, ma giuro che se ci servono una Peroni mi imbirrazzisco! Ehm… Imbizzarrisco, volevo dire.»
Robezio: «Mmm-mm.»

(Beh, io ti chiamo di sicuro, ma poi beviamo vino, ok?)

(Beh, io ti chiamo di sicuro, ma poi beviamo vino, ok?)

Misteri…

No, guardate… ve lo assicuro!
Ero lì che aspettavo il bus, alla fermata… d’un tratto alzo gli occhi verso l’alto e vedo…
Ehm…
Vedo… lui che passa via.
A 4/5 metri da terra.

Già.
Senza nome-True Color-04
Il tempo di fare una foto, questa qui sopra, e se ne è di nuovo svolazzato via.

Cioè, lo sapete, no? – non sono certo di quelli che credono a tutte quelle panzane… UFO, fenomeni paranormali, fantasmi…
E dunque…
Ehm…

Ecco, non so…

Per di più il bus era strapieno. Ho fatto l’intero viaggio fino a casa stipato come un tonno in una scatola di sardine! Il perché non aggiungano altre corse, su una tratta così affollata, per me resterà sempre un mister…

Ehmm…

Eh, no! Pure i selfie, NO!

E no, eh!
Adesso si esagera, qui!

Va bene che quando si muove in casa fa più danni di un carro armato pilotato da un ubriaco con problemi alla vista…
Va bene che mangia più di tutti i clienti di un ristorante che offra pranzi gratis in periodi di carestia…
Va bene che quando non sta bene di pancia le armi chimiche messe a punto da uno scienziato pazzo sarebbero più gradevoli dell’intera produzione annua di una profumeria provenzale…
Va bene anche che abbia imparato a guidare l’auto ma non ci sia verso di insegnarli come si fa la retromarcia…
Ma avere un cane che col proprio telefonino si fa i selfie, questo no! Proprio NO! Eccheccavolo!

Sandro_selfie

SANDRO!

SANDROOOOOOOOOOOOO!!!

Porca miseria, quanto mai ti ho regalato quel maledetto smartphone!

Dove diavolo s’è nascosto, ora?

SANDROOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!

Umpff!!!

Scie chimiche #3

Niente, non c’è proprio!
Eppure ero straconvintisssssimo di averla comprata, la pancetta… E senza pancetta non li posso mica fare gli spaghetti alla carbonara!
Ma come è possibile che non ce ne sia proprio più…?!

UH?!?!?

!!!
SCIE CHIMICHE!

scie-chimiche_2

Un videotelefono per cani? Bah, roba superata!

Petchatz
Uh?!
E che notizia sarebbe, questa?
Un videotelefono per cani! Ma se Sandro è da un sacco di tempo che gira col cellulare – anzi, ora con uno smartphone!
(DRRRRRIIIIINNNNNNNNNNNN!!!)
Oh, scusa, mi squilla il telefono.

Pronto?
WOF WOF WOOF BOWF BOUOUOU-WOF!
Ah, ecco, giust’appunto. E’ lui, Sandro.
Sì, sì, ok Sandro, ora però vai in cuccia, da bravo.
(CLIC)

Beh, comunque, in tutta sincerità… non ho ancora capito a cosa serva che un cane possieda e usi uno smartphone, se poi noi umani non capiamo quello che dice e non sappiamo dialogarci – a parte i soliti elementari comandi di sempre, certo…
Mah!

Quelle volte in cui pare che tutto volga al tono più cupo e il fato ti presenta ineluttabilmente il conto, lasciandoti in balia di pensieri alquanto amari – e non solo di quelli…


MERDA!
In tutti i sensi, già!

Ehm…
Scusate la scurrilità, eh, ma in ‘sta situazione mi è scappata.
In tutti i sens…

Beh, ci siamo intesi.

(Un post molto interessante, questo… vero?)